New Thread
Reply
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook   forum e reati di opinioneLast Update: 5/4/2009 11:18 AM
4/6/2009 5:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,623
Registered in: 2/12/2005
Ansioso come un coniglio
nell'anniversario dell'occupazione di UOL [SM=x584482] , saluto e abbraccio la_cosa [SM=x584483] , saluto tutti i colleghi forumiti occupanti, in particolare profondorosso che è partito prima dell'ora convenuta, spernacchio bandit [SM=x584478] , e vi mando un articolo sulla recente sentenza della Cassazione relativa ai reati di opinione commessi su un forum di discussione e conseguenze varie.
il concetto è che dell'opinione risponde SOLO il forumista è non il sito o l'amministratore e che è legittimo il sequestro o la cancellazione dei SOLI MESSAGGI diffamatori, non del sito, non del forum.
quante discussioni ci saremmo risparmiati allora...


Corte di Cassazione sul web:
'Il forum non è stampa'.
Ma il resto sì?

Bologna, 16 marzo 2009

(avv. Antonello Tomanelli)

Su cosa la Corte di Cassazione, con la sentenza 10 marzo 2009 n. 10535, abbia voluto dire circa lo scottante problema dell’applicabilità delle leggi sulla stampa ai contenuti della Rete, c’è ancora confusione. Alcuni dicono che si tratta di una sentenza buona, senza però spiegare il perché. Altri dicono che è un attentato alla libertà di pensiero. Proviamo a fare un po’ di chiarezza, nei limiti del possibile.

Casus belli è l’avvio, sul forum del sito dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), di una discussione sui preti pedofili. Appaiono messaggi fortemente critici nei confronti della Chiesa Cattolica. La procura di Catania, nell’ambito del procedimento penale avviato a seguito della denuncia sporta dalla Associazione Meter di don Fortunato Di Noto per il reato di vilipendio della religione cattolica, chiede e ottiene dal Gip il sequestro preventivo del forum (non dell’intero sito). L’Aduc ricorre al tribunale del riesame, il quale revoca il provvedimento di sequestro del forum mantenendolo però per nove messaggi, quelli ritenuti più blasfemi.

Ma l’Aduc insiste e ricorre in Cassazione. Sostiene che tutto ciò che circola in Rete è assimilabile al concetto di “stampa”. E invoca l’applicazione dell’art. 21, comma 3°, Cost., che autorizza l’autorità giudiziaria al sequestro della stampa solo “nel caso di delitti per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili”.

La strategia dell’Aduc è chiara. Se si equiparassero i contenuti della Rete alla Stampa, verrebbe meno la possibilità della magistratura di procedere al sequestro preventivo, rimedio di carattere generale che viene disposto “quando vi è pericolo che la libera disponibilità di una cosa pertinente al reato possa aggravare o protrarre le conseguenze di esso ovvero agevolare la commissione di altri reati” (art. 321 del codice di procedura penale). La possibilità del sequestro preventivo verrebbe meno perché è il già visto art. 21, comma 3°, Cost. a vietarlo per la stampa. Attualmente, infatti, gli unici casi in cui la legge autorizza “espressamente” (come dice l’art. 21 Cost.) l’Autorità giudiziaria al sequestro preventivo della stampa riguardano soltanto le pubblicazioni oscene o offensive della “pubblica decenza” (art. 2 Regio decreto legislativo n. 561/1946, ma si consideri la mutevolezza di concetti quali “osceno” e “decenza”) e le pubblicazioni che costituiscono apologia del fascismo (art. 8 legge n. 645/1952).

Ma quella dell’Aduc è una strategia suicida, perché si basa sulla totale equiparazione della “manifestazione del pensiero” al concetto di “stampa”. Ed è proprio tale equiparazione che la Suprema Corte non accetta. In effetti, tra i due concetti vi è un rapporto che può definirsi di genere a specie. La stampa altro non è che una species del genus manifestazione del pensiero. Meglio, è il più qualificato strumento di manifestazione del pensiero. Per questo motivo l’art. 21 Cost. è strutturato in maniera tale da garantire in generale a “tutti” la libertà di manifestazione del pensiero (comma 1°) ma prevedendo per la stampa, nei successivi commi, una tutela rafforzata (il divieto di censura e le limitazioni al potere di sequestro).

E la Cassazione qualifica il forum quale mero “gruppo di discussione”, riconducendolo alla generica libertà di manifestazione del pensiero, negandogli così la tutela rafforzata di cui beneficia la stampa.

Ma la sentenza dice qualcosa di più. Ecco il passo più importante: “Gli interventi dei partecipanti al forum in questione, invero, non possono essere fatti rientrare nell’ambito della nozione di stampa, neppure nel significato più esteso ricavabile dall’art. 1 della legge 7 marzo 2001 n. 62, che ha esteso l’applicabilità delle disposizioni di cui all’art. 2 della legge 8 febbraio 1948 n. 47 (legge sulla stampa) al ‘prodotto editoriale’”. Insomma, la Cassazione conia una nozione estesa di stampa, che arriva a comprendere il “prodotto editoriale” così come delineato dall’art. 1 L. n. 62/2001, il quale stabilisce che “Per prodotto editoriale, ai fini della presente legge, si intende il prodotto realizzato su supporto cartaceo, ivi compreso il libro, o su supporto informatico, destinato alla pubblicazione o, comunque, alla diffusione di informazioni presso il pubblico con ogni mezzo, anche elettronico, o attraverso la radiodiffusione sonora o televisiva, con esclusione dei prodotti discografici o cinematografici”. Dunque, anche qualsiasi sito web.

E alla pubblicazione sul web il legislatore, come fa notare la Suprema Corte, ha esteso gli obblighi di cui all’art. 2 L. n. 47/1948 (“legge sulla stampa”): “Ogni stampato deve indicare il luogo e l’anno della pubblicazione, nonché il nome e il domicilio dello stampatore e, se esiste, dell’editore”.

Tirando le somme, che significa tutto ciò?

Significa che la Corte di Cassazione considera le pubblicazioni in Rete alla stregua di “stampa”, ad eccezione dei forum. Un precedente di un’importanza micidiale. A meno di non voler contraddire la Cassazione, nessun giudice potrà operare il sequestro preventivo di una pagina web recante il nome dell’autore, il luogo e la data di pubblicazione, come prescrive l’art. 2 L. n. 47/1948 (legge sulla stampa), salvo non si tratti di pubblicazione oscena o di apologia del fascismo. Proprio perché opererebbe la tutela costituzionale (rafforzata) di cui all’art. 21, comma 3°, Cost. anche per i siti web.

Una tutela costituzionale di cui però non beneficiano i forum, precisa la Cassazione. E’ una conclusione che risponde ad una logica. Il forum è un gruppo di discussione, i cui messaggi provengono da soggetti che si inseriscono in uno spazio creato dal titolare del dominio (o dal gestore del sito) che decide l’oggetto della discussione. In questo modo gli interventi nel forum sono accessori rispetto al messaggio principale, che apre il tema. Giustamente la Cassazione paragona gli interventi dei partecipanti al forum ai messaggi che “possono essere lasciati in una bacheca”, presupponendo che la bacheca sia stata creata da un soggetto determinato che decide di ospitare le manifestazioni di pensiero di un numero indeterminato di persone. Il concetto di “stampa” include lo spazio web creato da un soggetto in osservanza degli obblighi di cui al già visto art. 2 L. n. 47/1948, ma non può ricomprendere quello messo a disposizione del quisque de populo.

Sotto questo aspetto, i messaggi postati dai partecipanti a un forum sono assimilabili ai tazebao che accompagnano una manifestazione di piazza. Quanto scritto sui cartelloni utilizzati nei cortei rientra nella libertà di manifestazione del pensiero (in particolare, nel diritto di critica). Ma nessuno potrebbe seriamente dubitare della legittimità del loro sequestro da parte delle forze dell’ordine presenti in loco nell’eventualità in cui contenessero messaggi diffamatori, proprio per l’impossibilità di ricondurli al concetto di “stampa” (anche se nella maggior parte dei casi il sequestro viene compiuto illegittimamente).

www.difesadellinformazione.com/ultime_notizie/117/corte-di-cassazione-sul-web--il-forum-non-e-stampa--ma-il-re...
4/6/2009 7:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re:
..bullo.., 06/04/2009 17.25:

nell'anniversario dell'occupazione di UOL [SM=x584482] , saluto e abbraccio la_cosa [SM=x584483] , saluto tutti i colleghi forumiti occupanti, in particolare profondorosso che è partito prima dell'ora convenuta, spernacchio bandit [SM=x584478] , e vi mando un articolo sulla recente sentenza della Cassazione relativa ai reati di opinione commessi su un forum di discussione e conseguenze varie.
il concetto è che dell'opinione risponde SOLO il forumista è non il sito o l'amministratore e che è legittimo il sequestro o la cancellazione dei SOLI MESSAGGI diffamatori, non del sito, non del forum.
quante discussioni ci saremmo risparmiati allora...


Corte di Cassazione sul web:
'Il forum non è stampa'.
Ma il resto sì?

Bologna, 16 marzo 2009

(avv. Antonello Tomanelli)

Su cosa la Corte di Cassazione, con la sentenza 10 marzo 2009 n. 10535, abbia voluto dire circa lo scottante problema dell’applicabilità delle leggi sulla stampa ai contenuti della Rete, c’è ancora confusione. Alcuni dicono che si tratta di una sentenza buona, senza però spiegare il perché. Altri dicono che è un attentato alla libertà di pensiero. Proviamo a fare un po’ di chiarezza, nei limiti del possibile.

Casus belli è l’avvio, sul forum del sito dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), di una discussione sui preti pedofili. Appaiono messaggi fortemente critici nei confronti della Chiesa Cattolica. La procura di Catania, nell’ambito del procedimento penale avviato a seguito della denuncia sporta dalla Associazione Meter di don Fortunato Di Noto per il reato di vilipendio della religione cattolica, chiede e ottiene dal Gip il sequestro preventivo del forum (non dell’intero sito). L’Aduc ricorre al tribunale del riesame, il quale revoca il provvedimento di sequestro del forum mantenendolo però per nove messaggi, quelli ritenuti più blasfemi.

Ma l’Aduc insiste e ricorre in Cassazione. Sostiene che tutto ciò che circola in Rete è assimilabile al concetto di “stampa”. E invoca l’applicazione dell’art. 21, comma 3°, Cost., che autorizza l’autorità giudiziaria al sequestro della stampa solo “nel caso di delitti per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili”.

La strategia dell’Aduc è chiara. Se si equiparassero i contenuti della Rete alla Stampa, verrebbe meno la possibilità della magistratura di procedere al sequestro preventivo, rimedio di carattere generale che viene disposto “quando vi è pericolo che la libera disponibilità di una cosa pertinente al reato possa aggravare o protrarre le conseguenze di esso ovvero agevolare la commissione di altri reati” (art. 321 del codice di procedura penale). La possibilità del sequestro preventivo verrebbe meno perché è il già visto art. 21, comma 3°, Cost. a vietarlo per la stampa. Attualmente, infatti, gli unici casi in cui la legge autorizza “espressamente” (come dice l’art. 21 Cost.) l’Autorità giudiziaria al sequestro preventivo della stampa riguardano soltanto le pubblicazioni oscene o offensive della “pubblica decenza” (art. 2 Regio decreto legislativo n. 561/1946, ma si consideri la mutevolezza di concetti quali “osceno” e “decenza”) e le pubblicazioni che costituiscono apologia del fascismo (art. 8 legge n. 645/1952).

Ma quella dell’Aduc è una strategia suicida, perché si basa sulla totale equiparazione della “manifestazione del pensiero” al concetto di “stampa”. Ed è proprio tale equiparazione che la Suprema Corte non accetta. In effetti, tra i due concetti vi è un rapporto che può definirsi di genere a specie. La stampa altro non è che una species del genus manifestazione del pensiero. Meglio, è il più qualificato strumento di manifestazione del pensiero. Per questo motivo l’art. 21 Cost. è strutturato in maniera tale da garantire in generale a “tutti” la libertà di manifestazione del pensiero (comma 1°) ma prevedendo per la stampa, nei successivi commi, una tutela rafforzata (il divieto di censura e le limitazioni al potere di sequestro).

E la Cassazione qualifica il forum quale mero “gruppo di discussione”, riconducendolo alla generica libertà di manifestazione del pensiero, negandogli così la tutela rafforzata di cui beneficia la stampa.

Ma la sentenza dice qualcosa di più. Ecco il passo più importante: “Gli interventi dei partecipanti al forum in questione, invero, non possono essere fatti rientrare nell’ambito della nozione di stampa, neppure nel significato più esteso ricavabile dall’art. 1 della legge 7 marzo 2001 n. 62, che ha esteso l’applicabilità delle disposizioni di cui all’art. 2 della legge 8 febbraio 1948 n. 47 (legge sulla stampa) al ‘prodotto editoriale’”. Insomma, la Cassazione conia una nozione estesa di stampa, che arriva a comprendere il “prodotto editoriale” così come delineato dall’art. 1 L. n. 62/2001, il quale stabilisce che “Per prodotto editoriale, ai fini della presente legge, si intende il prodotto realizzato su supporto cartaceo, ivi compreso il libro, o su supporto informatico, destinato alla pubblicazione o, comunque, alla diffusione di informazioni presso il pubblico con ogni mezzo, anche elettronico, o attraverso la radiodiffusione sonora o televisiva, con esclusione dei prodotti discografici o cinematografici”. Dunque, anche qualsiasi sito web.

E alla pubblicazione sul web il legislatore, come fa notare la Suprema Corte, ha esteso gli obblighi di cui all’art. 2 L. n. 47/1948 (“legge sulla stampa”): “Ogni stampato deve indicare il luogo e l’anno della pubblicazione, nonché il nome e il domicilio dello stampatore e, se esiste, dell’editore”.

Tirando le somme, che significa tutto ciò?

Significa che la Corte di Cassazione considera le pubblicazioni in Rete alla stregua di “stampa”, ad eccezione dei forum. Un precedente di un’importanza micidiale. A meno di non voler contraddire la Cassazione, nessun giudice potrà operare il sequestro preventivo di una pagina web recante il nome dell’autore, il luogo e la data di pubblicazione, come prescrive l’art. 2 L. n. 47/1948 (legge sulla stampa), salvo non si tratti di pubblicazione oscena o di apologia del fascismo. Proprio perché opererebbe la tutela costituzionale (rafforzata) di cui all’art. 21, comma 3°, Cost. anche per i siti web.

Una tutela costituzionale di cui però non beneficiano i forum, precisa la Cassazione. E’ una conclusione che risponde ad una logica. Il forum è un gruppo di discussione, i cui messaggi provengono da soggetti che si inseriscono in uno spazio creato dal titolare del dominio (o dal gestore del sito) che decide l’oggetto della discussione. In questo modo gli interventi nel forum sono accessori rispetto al messaggio principale, che apre il tema. Giustamente la Cassazione paragona gli interventi dei partecipanti al forum ai messaggi che “possono essere lasciati in una bacheca”, presupponendo che la bacheca sia stata creata da un soggetto determinato che decide di ospitare le manifestazioni di pensiero di un numero indeterminato di persone. Il concetto di “stampa” include lo spazio web creato da un soggetto in osservanza degli obblighi di cui al già visto art. 2 L. n. 47/1948, ma non può ricomprendere quello messo a disposizione del quisque de populo.

Sotto questo aspetto, i messaggi postati dai partecipanti a un forum sono assimilabili ai tazebao che accompagnano una manifestazione di piazza. Quanto scritto sui cartelloni utilizzati nei cortei rientra nella libertà di manifestazione del pensiero (in particolare, nel diritto di critica). Ma nessuno potrebbe seriamente dubitare della legittimità del loro sequestro da parte delle forze dell’ordine presenti in loco nell’eventualità in cui contenessero messaggi diffamatori, proprio per l’impossibilità di ricondurli al concetto di “stampa” (anche se nella maggior parte dei casi il sequestro viene compiuto illegittimamente).

www.difesadellinformazione.com/ultime_notizie/117/corte-di-cassazione-sul-web--il-forum-non-e-stampa--ma-il-re...


Sono indeciso. Da un lato ho nelle dita un "io l'ho sempre detto" che vale quanto una moneta fuori corso. Dall'altro, mi viene da consigliarti di cancellare subito questo messaggio: gia' ce ne sono pochi, di argomenti intelligenti su cui discutere, se tu elimini pure quelli...
4/6/2009 8:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 386
Registered in: 9/25/2007
Sulle spine
A me pare ovvio che tutto ciò che l'Unità fece all'epoca, non fu altro che un "sentiero" ben delineato. Noi siamo stati soltanto "la scusa" per un qualcosa che era nell'aria.

Voi vi domanderete: E se non fossimo stati noi i capri espiatori? Chi, allora? Allora avrebbero detto che i media seguivano l'aggiornamento dei LAYOUT dei giornali ON-LINE (come fecero moltissimo giornali u.s.a.) grazie ad un italiano che si occupa di restyling di siti web. Non mi chiedete il nome. RICORDO BENISSIMO CHE ERA UN ITALIANO. L'HO LETTO. C'erano delle "novità" da proporre. La novità principale era quella di leccare il deretano a Bush. Così è stato fatto.

Dobbiamo considerarci un nulla in questa galassia piena di coglioni!
Noi siamo un tutto, tra di noi. A me - personalmente - basta.

Grazie

[SM=x584469] [SM=x584469] [SM=x584469]
"Forse sarei più sola senza la mia solitudine" La GRANDE Emily Dickinson
4/6/2009 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 100
Registered in: 5/18/2006
Teso
Re:
..bullo.., 06/04/2009 17.25:

nell'anniversario dell'occupazione di UOL [SM=x584482] , saluto e abbraccio la_cosa [SM=x584483] , saluto tutti i colleghi forumiti occupanti, in particolare profondorosso che è partito prima dell'ora convenuta, spernacchio bandit [SM=x584478] , e vi mando un articolo sulla recente sentenza della Cassazione relativa ai reati di opinione commessi su un forum di discussione e conseguenze varie.
il concetto è che dell'opinione risponde SOLO il forumista è non il sito o l'amministratore e che è legittimo il sequestro o la cancellazione dei SOLI MESSAGGI diffamatori, non del sito, non del forum.
quante discussioni ci saremmo risparmiati allora...


Corte di Cassazione sul web:
'Il forum non è stampa'.
Ma il resto sì?

Bologna, 16 marzo 2009
/




E' notizia vecchia, che succede, hai finito i soldini per pagare l'abbonamento al sito della Cassazione????? [SM=x584441]


Nel merito:
la sentenza è del tutto inconferente, strano ( [SM=x584432] ) che tu non l'abbia notato.

Si riferisce difatti alla fattispecie di un sito web NON MODERATO, di LIBERO ACCESSO, senza obbligo di REGISTRAZIONE.

Lo stesso ragionamento sulla non equiparabilità dei forum al concetto di "stampa" parte da questo presupposto, e difatti "... la Cassazione paragona gli interventi dei partecipanti al forum ai messaggi che “possono essere lasciati in una bacheca”.

Ben diverso è il discorso quando un forum è moderato, ovverosia la "bacheca" è o dovrebbe essere controllata e per di più parte integrante di un vero e proprio giornale on line. In tal caso, a prescindere da tutti i ragionamenti sul concetto di stampa, non può escludersi a priori una responsabilità degli amministratori del forum, quantomeno a titolo di concorso con l'autore del post, per non aver impedito (o rimosso) pubblicazioni il cui contenuto configuri fattispecie di reato (ingiuria, calunnia, vilipendio della religione etc.)

Bene ha fatto quindi UOL a rifilarvi 4 sonori calcioni nel culo e a mandarvi a cagare.

Tanto i personaggi come quella che mi precede un posto dove sfogare le proprie rabbie e frustrazioni lo trovano sempre.

Mando allo studio la mia parcella per la consulenza? [SM=x584478]


4/6/2009 11:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,623
Registered in: 2/12/2005
Ansioso come un coniglio
ecco perchè ti hanno bocciato tante volte all'esame, stella.
per forum "moderato" la cassazione intende quello in cui gli interventi sono prima LETTI da un moderatore, filtrati e pubblicati.
tipo repubblica.
UOL in questo senso NON era moderato perchè la pubblicazione era immediata.
come il PAURA.

@ gordon
è vero, avevi ragione tu (ed altri) e torto io.
4/7/2009 5:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re:
..bullo.., 06/04/2009 23.56:

ecco perchè ti hanno bocciato tante volte all'esame, stella.
per forum "moderato" la cassazione intende quello in cui gli interventi sono prima LETTI da un moderatore, filtrati e pubblicati.
tipo repubblica.
UOL in questo senso NON era moderato perchè la pubblicazione era immediata.
come il PAURA.

@ gordon
è vero, avevi ragione tu (ed altri) e torto io.


Quasi preferivo aver torto. Di che si discute ora? Del sito sul Duce? Della moderazione in un forum? Dell'ineffabilita' del medium linguistico?

Che depressione. La vera crisi mondiale e' quella delle idee, non quella monetaria.

4/7/2009 9:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 941
Registered in: 5/13/2007
Nervi da sala parto
resta sempe e comunque la possibilità di discutere di mistergions
4/7/2009 2:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re:
Cyrano de Bergerac, 07/04/2009 9.18:

resta sempe e comunque la possibilità di discutere di mistergions


GIUSTO GIUSTO che mi rammenti... non e' che per caso hai un account su Facebook?


4/7/2009 3:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re: Re:
Gordon Bennett, 07/04/2009 14.59:


GIUSTO GIUSTO che mi rammenti... non e' che per caso hai un account su Facebook?




Come non detto: ti ho trovato.


4/7/2009 3:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,049
Registered in: 11/4/2007
Ansioso come un coniglio
Re:
..bullo.., 06/04/2009 23.56:

ecco perchè ti hanno bocciato tante volte all'esame, stella.
per forum "moderato" la cassazione intende quello in cui gli interventi sono prima LETTI da un moderatore, filtrati e pubblicati.
tipo repubblica.
UOL in questo senso NON era moderato perchè la pubblicazione era immediata.
come il PAURA.

@ gordon
è vero, avevi ragione tu (ed altri) e torto io.


UOL si è sempre affidato al grandissimo senso di auto moderazione di noi utenti,me compreso,per cui la figura del moderatore era del tutto simbolica,comunque visto l'enorme successo,basta leggere alcuni quotidiani,la Stampa su tutti,agli utenti piace essere filtrati,o avere la figura del Mod dominante,basta ricordare le vecchie battaglie delucidiane ogni volta che c'era l'elezione del Mod,che poi nei fatti era come mettere un cappello a un parcheggiatore abusivo,per farlo sentire un generale


[Edited by Conte Von Stauffemberg 4/7/2009 3:57 PM]
W MAHMOUD AHMADIEJAD FUTURO PREMIO NOBEL PER LA PACE,PRESIDENTE ASSEMBLEA ONU-CHI PIU'NE- HA PIU'NE METTA
4/7/2009 4:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re: Re:
Conte Von Stauffemberg, 07/04/2009 15.54:


UOL si è sempre affidato al grandissimo senso di auto moderazione di noi utenti,me compreso,per cui la figura del moderatore era del tutto simbolica,comunque visto l'enorme successo,basta leggere alcuni quotidiani,la Stampa su tutti,agli utenti piace essere filtrati,o avere la figura del Mod dominante,basta ricordare le vecchie battaglie delucidiane ogni volta che c'era l'elezione del Mod,che poi nei fatti era come mettere un cappello a un parcheggiatore abusivo,per farlo sentire un generale




Allora eri tu Mod4? ORA si spiegano un casino di cose...
4/7/2009 7:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 379
Registered in: 3/14/2008
Sulle spine
ok va bene adesso io mi stampo (si fa per dire)i 75532 messaggi della
free zone del PAURA poi me li rileggo.. cioe rilego ci metto una copertina. mi prendo un tavolino, lo metto in strada, e lo vendo.
con il ricavato mi pago ( si fa per dire) l'avvocato.
ah il prezzo 10 euri un libro di 100 pagine, quindi una copia 755 euri
una al mese quanto il mio stipendio da precario.
umma umma

4/8/2009 8:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,049
Registered in: 11/4/2007
Ansioso come un coniglio
Re: Re: Re:
Gordon Bennett, 07/04/2009 16.50:


Allora eri tu Mod4? ORA si spiegano un casino di cose...


no,su UOL sono stato un fulgido esmpio di utente moderato


W MAHMOUD AHMADIEJAD FUTURO PREMIO NOBEL PER LA PACE,PRESIDENTE ASSEMBLEA ONU-CHI PIU'NE- HA PIU'NE METTA
4/8/2009 10:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re: Re: Re: Re:
Conte Von Stauffemberg, 08/04/2009 8.50:


no,su UOL sono stato un fulgido esmpio di utente moderato




Fulgidissimo. Non come quegli estremisti di Emilio45 o Marinaio (RIP).


4/8/2009 12:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 941
Registered in: 5/13/2007
Nervi da sala parto
Re: Re: Re:
Gordon Bennett, 4/7/2009 3:10 PM:


Come non detto: ti ho trovato.





invitami come amico


4/8/2009 2:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 5/6/2008
.
Sulle spine
Re: Re: Re: Re:
Cyrano de Bergerac, 08/04/2009 12.49:



invitami come amico




Fatto, Monsieur, e vedo con piacere che il mio invito e' stato accettato.
5/1/2009 3:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,720
Registered in: 11/5/2004
Tachicardico
Sì sì, registratevi pure su Facebook che qui a Langley siamo molto contenti [SM=x584428]
Che potere avrebbe l'Inferno se i dannati non potessero sognare il Paradiso?

5/4/2009 11:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 941
Registered in: 5/13/2007
Nervi da sala parto
Re:
TheSandman, 5/1/2009 3:30 PM:

Sì sì, registratevi pure su Facebook che qui a Langley siamo molto contenti [SM=x584428]




ah, un collega che era in israele per lavoro è stato bloccato all'aeroporto e, nelle due ore di interrogatorio, gli hanno pure chiesto se aveva un account su facebook

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:18 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com